Arnedo despide a don Luis, su cura